Crea sito

Immacolata 2019 arriva l’ ordinanza:niente falò,bottiglie di vetro,palloncini e affollamenti sui balconi

Dal sito del Comune di Torre del Greco (Napoli):

ORDINANZA n°5407   Torre del Greco, 3 dicembre 2019

IL SINDACO

Considerato che: il 7 dicembre, in occasione della vigilia della festività dell’Immacolata Concezione persiste ancora l’usanza, in alcuni rioni della Città, di accendere fuochi in luogo pubblico o aperto al pubblico utilizzando i più disparati materiali legnosi e che tali accensioni non autorizzate risultano pericolose per la pubblica e privata incolumità;

l’8 dicembre, in occasione della festività dell’Immacolata Concezione, moltissime persone assistono dai balconi e dalle terrazze delle abitazioni, che sono ubicate lungo le strade della Città interessate dal passaggio della tradizionale processione del Carro Trionfale, e che l’eccessivo affollamento dei balconi e delle terrazze potrebbe compromettere la stabilità delle strutture medesime;

la partecipazione di diverse migliaia di fedeli alla suddetta processione potrebbe comportare l’abbandono di ingenti quantità di contenitori di bevande in vetro intrinsecamente pericolosi e, d’altra parte, la vendita, anche su area pubblica, di palloncini e altre merci similari potrebbe rivelarsi, in caso di scoppio, quale fonte di panico e conseguente situazione di pericolo;

Preso atto che l’Autorità locale di Pubblica Sicurezza, già per le passate edizioni, ha evidenziato le problematiche in discorso con le note Cat. A.4/2017 del 14.11.2017, acquisita al protocollo dell’Ente con il n. 77540 del 16.11.2017, e Cat. A.4/Info/2017 del 22.11,2017, acquisita al protocollo dell’Ente al n. 80328 del 23.11.2017, richiedendo, tra l’altro, l’adozione di ordinanze per quanto riguarda “il divieto di vendita e somministrazione di bevande anche da asporto in recipienti di vetro”, nonché di vietare “il sovraffollamento … di logge e balconi anche privati, che si affacciano sul percorso della processione”, oltre al “divieto di accensione di fuochi/falò, nonché di accumulo di materiale legnoso o comunque infiammabile sulla pubblica via.”;

Rilevato che: l’art. 57 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.) dispone “Senza licenza della autorità locale di pubblica sicurezza non possono … farsi esplosioni o accensioni pericolose in un luogo abitato o nelle sue adiacenze o lungo una via pubblica o in direzione di essa. É vietato sparare morta/etti e simili apparecchi.” e che la violazione di tale norma è punita con la pena dell’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a euro 206, ai sensi dell’art. 17, comma 1 del T.U.L.P.S.;

l’art. 703 del codice penale dispone “Chiunque, senza la licenza dell’autorità, in un luogo abitato o nelle sue adiacenze, o lungo una pubblica via o in direzione di essa … fa accensioni o esplosioni pericolose, è punito con l’ammenda fino a euro 103.

Se il fatto è commesso in un luogo ove sia adunanza o concorso di persone, la pena è dell’arresto fino a un mese.”; Ritenuto che: il divieto dei comportamenti propedeutici finalizzati all’accensione dei fuochi, quali la detenzione, il trasporto con qualsiasi mezzo e l’accumulo di materiale legnoso, costituisca un efficace strumento di prevenzione capace di anticipare la soglia di tutela della pubblica incolumità; Dato atto che la presente ordinanza viene trasmessa al Prefetto di Napoli, ai sensi del comma 4 dell’art. 54 del D. Lgs. 267/2000; Visto l’articolo 54 del Testo Unico degli Enti locali approvato con Decreto legislativo n.267/2000;

ORDINA

Sono vietati la detenzione, il trasporto con qualsiasi mezzo e l’accumulo di materiale legnoso e, comunque, infiammabile in luogo pubblico o aperto al pubblico per le intere giornate del 6 e 7 dicembre 2019; detto materiale, se rinvenuto, sarà prelevato e avviato a smaltimento a cura del personale del gestore del ciclo urbano dei rifiuti, che predisporrà appositi servizi su indicazione del Dirigente competente.

È vietata la vendita e la somministrazione, anche per asporto, di qualsiasi bevanda in contenitori di vetro oltre che la vendita, anche su aree pubbliche, di palloncini e merci similari, per l’intera giornata dell’8 dicembre 2019, e negli altri giorni in cui si svolgerà la processione dell’Immacolata in caso di rinvio, lungo tutto il percorso della processione medesima.

È imposto a tutti coloro che hanno in disponibilità, a qualsiasi titolo, abitazioni ubicate lungo le strade ove ha luogo la processione dell’Immacolata, nel giorno di tale ricorrenza ed in quelli nei quali dovesse tenersi la processione in caso di rinvio per avverse condizioni meteorologiche, di limitare il numero delle persone sui balconi e sulle terrazze, il cui sovraffollamento potrebbe causare, crolli o altri eventi dannosi, compromettendo la pubblica e privata incolumità.

AVVERTE

L’inosservanza degli obblighi di cui al presente atto è punita, se il fatto non costituisce un più grave reato, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a euro 206, ai sensi dell’art. 650 del codice penale.

DISPONE

Che la presente ordinanza, a cura della Segreteria: sia resa nota, mediante pubblicazione all’Albo Pretorio dell’Ente, con avviso sul sito internet del Comune ed invio di comunicato stampa agli organi locali di informazione; • sia trasmessa alla Polizia Municipale ed alle Forze dell’Ordine presenti sul territorio comunale affinché vigilino sull’osservanza della stessa. Avverso il presente provvedimento, è ammesso ricorso al T.A.R. entro 60 giorni dalla data di pubblicazione, o, in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla stessa data.

IL SINDACO Dott. Giovanni Palomba

Buon cammino con Maria,l’Immacolata Concezione