Crea sito

20 dicembre 2020 – 189° Anniversario del Pio transito di San Vincenzo Romano – Torre del Greco (Napoli)

Admirabili Dei Providentia

Carissimi torresi ,il 20 dicembre 2020 ricorre il 189° Anniversario del Pio transito di San Vincenzo Romano , Il Parroco Santo di Torre del Greco (Napoli).

Era il 20 dicembre 1831 , alle dieci e tre quarti ,vigilia della festa di San Tommaso, quando San Vincenzo Romano nella sua casa di via Piscopia a Torre del Greco (Napoli) ,si spense placidamente ,dopo ottanta anni,sei mesi e sette giorni di vita (ndr nato il 3 giugno 1751) ,mormorando fino all’ultimo i dolcissimi nomi di Gesù e Maria.

Un mese prima, il 30 novembre 1831, aveva scritto il suo testamento spirituale, nel quale raccomandava la carità fraterna a tutti i sacerdoti di Torre del Greco. Per la fama di santità di cui godette in vita, fu da subito sepolto nella parrocchia di Santa Croce da lui riedificata, nella cappella di san Francesco di Sales.

La data di culto per la Chiesa universale è il 20 dicembre, mentre a Napoli e a Torre del Greco viene ricordato il 29 novembre.

Piccola biografia di San Vincenzo Romano

Vincenzo Romano nacque a Torre del Greco, in provincia e diocesi di Napoli, il 3 giugno 1751. Studiò nel seminario diocesano di Napoli, ricevendo gli insegnamenti anche di sant’Alfonso Maria de’ Liguori. Ordinato sacerdote il 10 giugno 1775, svolse il suo apostolato per vent’anni nella natia Torre del Greco. Il 15 giugno 1794 una terribile eruzione del Vesuvio distrusse quasi completamente la città, compresa la chiesa di Santa Croce. Don Vincenzo si dedicò subito alla difficile opera di ricostruzione materiale e morale sia della città che della chiesa, che volle più grande e più sicura. Alla ricerca di sempre nuovi metodi per avvicinare i fedeli, introdusse a Torre la “sciabica”, una strategia missionaria tesa ad avvicinare capannelli di persone o singoli passanti e invitarli alla preghiera. Spesso si fece mediatore dei contrasti sorti fra gli armatori delle «coralline» e i marinai che affrontavano i rischi e la fatica della pesca del corallo. Morì il 20 dicembre 1831. È stato canonizzato da papa Francesco il 14 ottobre 2018 insieme ad altri sei Beati, tra i quali papa Paolo VI, che l’aveva beatificato il 17 novembre 1963. La memoria liturgica di don Vincenzo cade il 29 novembre, giorno in cui inizia la novena dell’Immacolata, a cui era particolarmente devoto. I suoi resti mortali, invece, sono venerati nella Basilica di Santa Croce a Torre del Greco. Anche la sua casa natale, in via Piscopia, è meta di pellegrinaggio.

Buon cammino con San Vincenzo Romano e Maria,l’Immacolata Concezione.

Restiamo uniti in preghiera in questo tempo di prova.

Foto di Pasquale D’Orsi